Regolamento dello Street Music Fest 2ª edizione

locandina 2017 Ubi Banca

Al fine di garantire alla manifestazione la più alta qualità possibile e di ridurre al minimo il disturbo alla popolazione residente, il Direttivo Co.Ver con l’aiuto di tutti gli associati (anche quelli non presenti in Assemblea ma che hanno fornito le loro opinioni tramite sms e Whatsapp) ha elaborato un regolamento interno da applicare alla festa di via, che non solo è in linea con gli attuali regolamenti comunali (regolamento 366 http://www.comune.torino.it/regolamenti/366/366.htm e Regolamento Polizia Urbana del Comune di Torino http://www.comune.torino.it/regolamenti/221/221.htm), ma cerca di contrastare in maniera ancora più specifica fenomeni quali l’abusivismo, il disturbo della quiete pubblica e la violazione delle normative sul diritto d’autore. Si cerca di responsabilizzare i singoli, dal momento che l’attuale Regolamento delle feste di via prevede invece che la responsabilità ricada sull’organizzatore della festa di via (articolo 14 regolamento 366) senza però fornirgli alcun mezzo di contrasto a questi abusi che non sia la chiamata alle Forze dell’Ordine.

Il regolamento è qui di seguito illustrato e verrà comunicato a tutti i commercianti che vogliono aderire alla manifestazione sia via mail che in forma cartacea.

REGOLAMENTO DELLO STREET MUSIC FEST:

  • L’Associazione Co.Ver sostiene le iniziative di collaborazione prese dai singoli associati. Collaborare significa fornire idee, indirizzare il Direttivo verso associazioni o gruppi desiderosi di partecipare e di farsi conoscere, autogestirsi, ossia essere responsabili della propria zona e del proprio spazio sul suolo pubblico, ma ritiene che tutti dovrebbero rispettare questo regolamento, i cui articoli sono stati stabiliti dal Direttivo e dall’Assemblea dei soci.
  • È incentivata l’iniziativa commerciale e l’occupazione del suolo pubblico definito commerciale all’interno della proposta progettuale e richiesta di autorizzazione della festa di via protocollata dalla Circoscrizione 6, attraverso qualunque mezzo promozionale che non violi il seguente regolamento e le norme del Comune di Torino.
  • È fatto divieto occupare il suolo pubblico con punti spettacolo non autorizzati dal Direttivo Co.Ver e dunque non previsti dal Programma Ufficiale dello Street Music Fest seconda edizione, a meno che non siano riconoscibili come attività artistiche di strada, in linea con quanto previsto dall’articolo 24 del “Regolamento di Polizia Urbana” del Comune di Torino.
    Nel caso il commerciante decidesse di occupare il suolo pubblico con un’attività d’intrattenimento diversa dalla propria, dovrà comunicarlo, prima della pubblicazione del Programma dell’evento, al Direttivo, il quale stabilirà se dare il permesso sulla base dei punti spettacolo e delle attività commerciali presenti nelle immediate vicinanze, provvederà, in caso di accettazione, al pagamento delle spese legate alla SIAE e alla deroga ai limiti del rumore e fornirà al Comune di Torino l’elenco della strumentazione a disposizione del punto spettacolo.
  • È fatto divieto occupare il suolo pubblico senza autorizzazione commerciale e senza aver pagato la quota di adesione o il canone di occupazione del suolo pubblico così come previsto dal sopraccitato Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Torino. Il commerciante che vorrà aderire alla festa di via ed esporre la propria merce, dovrà pagare la quota di adesione che comprende anche il canone di occupazione del suolo pubblico e la pulizia della strada.
  • Viene stabilito il divieto di concessione in autonomia dello spazio antistante al proprio negozio ad altri venditori professionali o a venditori non professionali non riconoscibili come hobbisti (divieto di subaffitto).
  • In un’ottica di rinnovamento, di ordine e di immagine coordinata è vietato l’utilizzo di ombrelloni da mercato e consigliato l’uso di gazebo bianchi.
  • È vietato preparare carne o pesce alla brace o altri alimenti all’aperto con griglie, barbecue e qualunque altra strumentazione a meno che questa non sia dotata di dispositivi anti fumo. È consentito l’utilizzo di friggitrici portatili, piastre per crepes e piadine, forni portatili e/o a microonde e altra strumentazione che non produca fumi.
    In generale è vietata la somministrazione di bevande o alimenti da parte di chi non ha i requisiti per svolgerla come previsto dal “Regolamento per l’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande degli esercizi pubblici” del Comune di Torino.

Il Direttivo Co.Ver chiede il rispetto del suddetto regolamento a tutti gli aderenti alla manifestazione, quindi commercianti su sede fissa, operatori esterni e hobbisti.

Il Direttivo chiede altresì alla Circoscrizione 6 di aiutarci affinché questo regolamento, che riteniamo in linea con le normative vigenti, venga rispettato, coordinandosi anche con la Polizia Municipale e sollecitando, qualora richiesto dall’associazione CoVer che è l’organizzatore della manifestazione, un rapido intervento, come previsto dall’art.13 del Regolamento delle feste di via del Comune di Torino.

In caso di dubbi o richieste di chiarimento potete chiamare il presidente David Coen al numero 340.4601061.

Share this post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *